15. Luglio 2021 Armin Hoyer

Weekend elettrico | Con la Mercedes EQA 250 al Lago di Garda

Mercedes-Benz EQA 250 in front of Lake Garda | Photo: Dagmar Berger

Riva del Garda | Trentino – Mercedes-Benz è arrivata ora anche nella classe delle compatte con la sua flotta EQ completamente elettrica. La EQA 250 a trazione anteriore è il modello base della serie. La Mercedes elettrica ha potuto dimostrare la propria affidabilità durante un weekend sul Lago di Garda…

La società di commercio automobilistico Pappas ha 25 sedi in Austria. Nel campo delle autovetture vengono offerti veicoli dei marchi Mercedes-Benz, AMG, Smart e Jeep. Pappas Tirol mi ha fornito la nuova Mercedes-Benz EQA 250 di colore “Grigio Montagna metallizzato” presso la sede di Kirchbichl per un test della durata di diversi giorni. Frontalmente si distingue nettamente dal suo parente stretto, il GLA, grazie alla griglia del pannello nero. Nell’allestimento “AMG Line” la calandra ha una cornice nera lucida e una doppia lamella cromata. Gli accenti di colore blu nei fari full-LED indicano il nuovo tipo di guida. Anche il posteriore si discosta da quello dalla sorella a motore convenzionale con la striscia continua di luci. La stella Mercedes in posizione centrale funge da apertura per il portellone.

Ho scelto di andare al Lago di Garda per testarne l’affidabilità sulle lunghe distanze. Una volta ritirata la macchina, siamo partiti per Pillerseetal. Con i suoi cerchi in lega AMG da 19 pollici e il telaio rigido, l’EQA è molto comoda su strada e ricca di comfort. All’arrivo, la carica della batteria (SoC) era dell’86%. Una buona opportunità per testare le prestazioni di ricarica da una presa domestica. Come previsto, la potenza di ricarica era di circa 2,1 kW, in modo che la batteria ad alta tensione fosse di nuovo completamente carica dopo cinque ore, pronta per il viaggio verso sud. Le valigie di due persone per un fine settimana non sono state un problema per il bagagliaio da 340 litri. Per bagagli più grandi, lo schienale del sedile posteriore, divisibile in un rapporto 40:20:40, può essere piegato individualmente fino a consentire un carico volume di pari a 1.320 litri.

ATTRAVERSO IL BRENNERO FINO AL LAGO DI GARDA

Con una batteria carica al 100% e un’autonomia visualizzata di 370 chilometri, siamo partiti la mattina presto verso il Lago di Garda. Dopo aver inserito la destinazione il navigatore segnava un livello delle batterie all’arrivo del 15%, il che significava un viaggio senza sosta di ricarica. Alla sommità del passo del Brennero a 1.370 metri di quota, la previsione di carica si è ridotta al 12%. Tuttavia, questo non era motivo di preoccupazione poiché eravamo arrivati al punto più alto del viaggio. Nel frattempo, mi è stato detto di passare al programma di guida Eco per arrivare a destinazione senza necessità di ricarica. In modalità Eco il sistema mostrava anche la velocità di guida ottimale.  Informazioni molto utili per viaggiare senza pensieri anche con una trazione puramente elettrica. Arrivati a Riva del Garda dopo aver percorso 327 chilometri, la batteria era ancora carica al 16% e l’autonomia residua prevista era di 75 chilometri. La previsione dell’inizio del viaggio era quindi esatta. Ciò è possibile perché il sistema intelligente include un gran numero di fattori nella previsione, tra cui la situazione del traffico e la topografia del percorso di viaggio pianificato. Il consumo medio indicato era di 16,6 kWh/100 km. Tuttavia, va notato qui che il punto di partenza era a 850 metri e la destinazione a 70 metri sul livello del mare.

AZIONAMENTO E BATTERIA

L’EQA è azionato da un motore elettrico asincrono sull’asse anteriore che insieme alla trasmissione a uno stadio, al sistema di raffreddamento e all’elettronica di potenza, forma la trasmissione elettrica. La potenza è di 140 kW (190 CV), la coppia è di 375 Nm. La Mercedes elettrica lunga quasi quattro metri e mezzo e pesante 2.040 Kg è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km/h. Sebbene non siano prestazioni particolarmente “sportive” non ho mai avuto necessità di prestazioni maggiori.
La batteria agli ioni di litio, composta da cinque moduli, si trova nel sottoscocca e funge anche da elemento strutturale. Nonostante l’installazione profonda, il SUV elettrico ha un’altezza da terra di 200 millimetri. Il contenuto di energia utilizzabile della batteria ad alto voltaggio è di 66,5 kWh. La tensione massima di 420 volt e una capacità nominale di 190 Ah si traducono in una capacità lorda di 79,8 kWh. La gestione termica intelligente dell’EQA raffredda o riscalda la batteria secondo necessità con una piastra sottostante attraverso la quale scorre il refrigerante. La pompa di calore installata in serie utilizza il calore residuo dei componenti e il calore ambientale per riscaldare il veicolo. Il recupero dell’energia viene impostato utilizzando i comandi al volante.

INTERNI PER SENTIRSI COMODI

I sedili sportivi ben imbottiti offrono un buon supporto laterale e sono regolabili elettricamente tramite pulsanti nei pannelli delle portiere. I sedili sono rivestiti con tessuto in microfibra dinamica, ma viene utilizzata anche la ecopelle. Lo spazio disponibile è abbondante per questa classe di veicoli e rende confortevoli anche i viaggi più lunghi. Il quadro strumenti è costituito da un’unità indipendente con due schermi da 10 e 25 pollici che possono essere regolati individualmente. Basta scorrere e fare clic con il dito sul piccolo touchpad sul lato sinistro del volante per passare da un display all’altro. Il display multimediale sul lato destro è concepito come un touchscreen, ma può anche essere azionato tramite la console centrale o il volante. Inoltre, la maggior parte delle funzioni può essere controllata tramite comandi vocali. Le cinque bocchette di ventilazione retroilluminate con aspetto a turbina attirano l’attenzione sul cruscotto. Anche per quelle sul lato passeggero è presente il rivestimento retroilluminato a spirale. Si può scegliere tra 64 colori per l’intera illuminazione ambientale. Nel complesso, l’interno appare molto moderno e di alta qualità.

RICARICA AL LAGO

Poiché dalle informazioni ricevute risultava che l’unica stazione di ricarica rapida con una capacità di ricarica adeguata fosse situata a Riva del Garda, la scelta della destinazione è stata obbligata. La suddetta stazione di ricarica DC (100 kW) di Neogy è una joint venture tra Alperia e Dolomiti Energy, le due più grandi società energetiche del Trentino-Alto Adige. Si trova in Piazza Catena vicino al molo di navigazione. Dopo l’arrivo e una breve sosta nel quartiere, ci siamo recati a questa stazione. Poiché al nostro arrivo era occupata abbiamo potuto iniziare la ricarica solo dopo mezz’ora. Non avendo disponibile durante il viaggio una carta di ricarica, ho scansionato il codice QR della stazione di servizio con il mio smartphone per accedere al sito Web Neogy. Dopo aver inserito i dati di contatto, ho selezionato la stazione di ricarica desiderata e l’importo massimo per la ricarica. Successivamente è stato visualizzato il prezzo (0,75 euro/kWh). Ho autorizzato l’importo massimo con PayPal e ha iniziato il processo di ricarica con la batteria carica al 15%. Dopo 29:05 minuti con una potenza di ricarica massima di 99 kW, è stato raggiunto l’80% di SoC e sono stati caricati 45 kWh.

Abbiamo poi visitato il Porto di San Nicolò all’altra estremità di Riva del Garda. Alla fine della giornata ho guidato lungo la famosa Gardesana Occidentale sulla sponda occidentale del Lago di Garda. Lì dove James Bond è stato coinvolto in uno spettacolare inseguimento nel film “A Quantum of Solace”. Il secondo giorno abbiamo attraversato due lunghe gallerie, per un totale di quasi cinque chilometri, nella Valle di Ledro. Dopo un percorso tortuoso con diversi tornanti, in poco tempo abbiamo raggiunto il bellissimo Lago di Ledro ad una quota di 655 metri. Un posto meraviglioso tra le montagne del Lago di Garda, dove le cime circostanti si riflettevano nell’acqua cristallina. Dopo un totale di 129 chilometri sul Lago di Garda e sulle montagne intorno, siamo arrivati alla stazione di ricarica Neogy presso il parcheggio “Viale Cannella” a Riva del Garda con il 32% di SoC. Secondo l’annuncio, il consumo era di 22,4 kWh/100 km. In questa sede sono disponibili due stazioni di ricarica di tipo 2 (22 kW). In 4:35 ore con una potenza di ricarica di 11 kW, 49 kWh sono stati completamente caricati. Il processo di ricarica ha funzionato come il giorno prima, questa volta il prezzo per un kWh è stato di 0,47 euro. Abbiamo trascorso il tempo durante la ricarica nei nostri alloggi, che si trovavano a soli dieci minuti a piedi.

SISTEMI DI ASSISTENZA COMPLETI

La Mercedes elettrica dispone di tutti i sistemi di assistenza alla guida attualmente disponibili. Ciò include l’assistente a distanza attivo, che accelera e decelera automaticamente per mantenere la distanza impostata dal veicolo che precede. L’assistente di frenata attivo utilizza al massimo la metà della potenza frenante, e viene utilizzato anche in caso di rischio di collisione. In condizioni ottimali, il sistema rimane attivo in modo indipendente. I sistemi di assistenza hanno funzionato tutti molto bene. Solo il riconoscimento della segnaletica stradale ha causato alcuni inconvenienti. In particolare nei punti in cui i limiti di velocità per le uscite sugli svincoli sono stati adottati automaticamente pur rimanendo in autostrada, comportando brusche frenate della vettura.

SULLE MONTAGNE DI RIVA DEL GARDA

Il giorno della partenza era arrivato. Dopo la colazione siamo andati ancora una volta sulle montagne del Garda con il sole che splendeva. Questa volta in direzione nord sulla Strada Provinciale 37 fino al Lago di Tenno. Dopo alcuni tornanti e un notevole aumento di quota, il Castello di Tenno ci è apparso ben presto davanti sul versante opposto della valle. Gli uliveti più settentrionali d’Europa si trovano nel comune omonimo. Al ritorno abbiamo sempre avuto una splendida vista sul Lago di Garda. Tornati a Riva del Garda, abbiamo iniziato il nostro viaggio verso casa con una carica della batteria dell’84%. Durante il viaggio, il sistema di navigazione ha segnalato che era necessaria una fermata di ricarica, indicando la distanza dalla stazione e il livello previsto della batteria all’arrivoì. Nel nostro caso era del 16%. Anche lì abbiamo ricevuto il suggerimento di caricare la macchina per otto minuti per arrivare ad un livello di carica del 31%. Prevista era la destinazione in Tirolo con il 15%.
Alla stazione di ricarica rapida IKB consigliata (150 kW) presso la stazione di servizio autostradale Europabrücke, siamo effettivamente arrivati con il 16% di SoC. Per avere tempo a sufficienza per un breve pranzo abbiamo deciso di caricare la batteria fino all’80% e ho impostato questo valore nel display multimediale come livello di carica massimo. Scansionando con il mio smartphone il codice QR della stazione di ricarica scelta, sono arrivato al sito web della community di be.ENERGISED. Come cliente registrato ho potuto avviare facilmente il processo di addebito autorizzando un importo di 80 euro tramite PayPal. Sebbene Mercedes-Benz specifichi la potenza di ricarica massima con 100 kW, l’EQA carica fino a 112 kW. In 27:35 minuti sono stati caricati 45 kWh e il viaggio ha potuto continuare. La fatturazione al minuto ha determinato la tariffa di ricarica molto favorevole di 0,25 euro/kWh. Dopo 279 chilometri con un consumo medio di 18,8 kWh/100 km, abbiamo raggiunto la nostra destinazione, la sede di Pappas Tirol a Kirchbichl, con una carica della batteria del 66%.

ARMIN ELECTRIC CONCLUSIONE

La Mercedes-Benz EQA 250 si è rivelata nel test. una vettura elettrica molto sofisticata Il SUV compatto combina le virtù della sorella a motore convenzionale, il GLA, con una nuova tecnologia di guida. L’attrezzatura di alta qualità non ha lasciato nulla a desiderare durante il test. Grazie al funzionamento intuitivo, non ho avuto bisogno di tempo per abituarmici. Il telaio elaborato e le buone prestazioni di guida offrono un elevato livello di comfort. Durante il viaggio sul Lago di Garda con un totale di 781 chilometri percorsi, il consumo medio è stato di 18,9 kWh/100 km. Con la risultante autonomia pratica di 350 chilometri, l’EQA ha dimostrato la sua piena idoneità per le lunghe distanze. Il prezzo dell’EQA 250 in Austria parte da 48.590 euro (51.150 euro in Italia). Il veicolo di prova dotato di un ampio equipaggiamento speciale costa 64.766 euro. Un prezzo di fascia alta per un SUV compatto, ma giustificato considerando l’offerta.

Testo e foto: Armin Hoyer – arminonbike.com
Immagine di copertina: Dagmar Berger

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *